Partiamo da un dato: circa l’80% della pulizia è realizzato mediante sistemi di filtrazione.

Elemento fondamentale per avere un’acqua limpida e priva di impurità, costituisce il terzo livello di filtrazione e pertanto deve trattenere le particelle più piccole presenti nell’acqua della piscina.

Struttura del filtro

La struttura del filtro può essere realizzata in materiale plastico, soffiato o iniettato; laminato in resina o poliestere e fibra di vetro; bobinato in vetroresina e rinforzato con filamenti di varie fibre.

All’interno del filtro, per piscine uso privato, sul fondo è posizionato un collettore con relativi candelotti che permettono il passaggio dell’acqua filtrata trattenendo il materiale filtrante costituito normalmente da sabbia silicea -quarzifera di varie granulometrie a secondo delle dimensioni del filtro; per filtri di piccola dimensione diametro 400 – 500 mm è sufficiente una sola granulometria 0,4 – 0,8 mm, per filtri di media grandezza sul fondo e fino a coprire i candelotti verrà messa sabbia di granulometria 1-2 mm e sovrastante, lo strato filtrante 0,4-0,8 mm.

Materiale filtrante

Come materiale filtrante oltre alla sabbia silicea – quarzifera vengono utilizzati altri prodotti quali vetro, zeolite, antracite.

 

Una lunga storia che dura da oltre 50 anni…possiamo affermare che il filtro, accessorio “invisibile” in quanto installato nel locale tecnico, lo si “vede” con chiarezza nella qualità dell’acqua in piscina: l’essenziale è invisibile agli occhi.