Realizzare una piscina presso la propria abitazione è un sogno che si realizza per molte famiglie italiane.
Purtroppo, il suo utilizzo è destinato ai mesi estivi: per quanto le temperature miti primaverili o della tarda estate invoglino un tuffo, la temperatura dell’acqua è spesso troppo bassa per godere appieno il relax di una nuotata.

Per fortuna esistono varie soluzioni per prolungare l’utilizzo della propria piscina, e la pompa di calore rappresenta sicuramente una delle migliori in quanto il suo funzionamento è elementare.

Pompa di Calore per Piscina: come funziona, caratteristiche e dove collocarla

La pompa di calore, infatti, cattura il calore dell’aria per restituirla direttamente all’acqua della piscina che passa al suo interno attraverso un condensatore.

La pompa di calore solitamente viene installata in giardino, nelle vicinanze della piscina: l’importante è che la macchina abbia sufficiente spazio per aspirare al suo interno aria sufficiente per essere trasformata in energia da passare all’acqua.

Si consiglia di privilegiare spazi aperti, non installare l’apparecchio sotto o di fronte di una finestra e possibilmente lontano dai confini con il vicinato, la rumorosità potrebbe essere fonte di problemi. Tuttavia, esistono dei modelli che permettono l’installazione in stanze chiuse, con l’utilizzo di specifici kit composti da condotte, griglie adattatori ecc

Parametri e utilizzo della Pompa di Calore

I parametri per scegliere la perfetta pompa di calore sono il volume dell’acqua di piscina, il periodo di utilizzo, la temperatura desiderata in acqua (solitamente 28°) e la presenza di una copertura che protegga la vasca dall’evaporazione e dal raffreddamento, soprattutto durante la notte

L’unità di misura che si deve considerare è il COP, cioè la proporzione tra il calore ceduto alla piscina e l’energia elettrica utilizzata. Un indice elevato di COP per una pompa di calore è sinonimo di alta efficienza e bassi consumi.

È importante anche valutare se il proprio impianto elettrico è in grado di sopportare la corrente assorbita dalla pompa di calore o è necessario un adeguamento.
Per avere la certezza di scegliere la pompa di calore migliore si devono valutare inoltre le certificazioni e la classificazione energetica.

Quanto costa una pompa di calore per piscina?

Rispondere a questa domanda è complicato, se non impossibile: tuttavia tentiamo di dare una risposta come metro di paragone.
Per una piscina delle dimensioni 5 x 10 e altezza 1,50 skimmer, provvista di copertura estiva, acquistare una pompa di calore può incidere dai 4.000 € ai 5.000 € i.e., con un consumo elettrico annuo intorno le 700 €.

 

Se vuoi scoprire la pompa di calore perfetta per la tua piscina ti invitiamo a visitare il sito www.pompedicalorepiscine.it