Scopri come costruire la piscina dei tuoi sogni

Per quanto una piscina ha a che fare con la parte emotiva e divertente di ciascuno di noi, ogni bel sogno per realizzarsi ha bisogno di solide basi da cui partire: ecco perché la fase di scavo è un’operazione a prima vista semplice, ma nei fatti la più delicata. Questa prima operazione è fondamentale per la buona riuscita dell’opera: un errore nella fase di scavo porta successivamente a dover intervenire per eventuali rettifiche con conseguente aggravio economico e disagio per il cliente finale.

È necessario quindi valutare attentamente la quota di realizzazione della platea: la pavimentazione del marciapiede della piscina deve essere leggermente sollevata rispetto alla cosiddetta “quota campagna”, tranne casi particolari.

Questa valutazione si rende necessaria principalmente per motivi funzionali e ambientali: la pendenza verso l’esterno permetterà di non scongiurare la caduta in piscina di foglie, sporco e, durante forti piogge, di acqua mista a fango proveniente dal giardino circostante.

In funzione della sistemazione esterna alla piscina si dovrà valutare la quantità di materiale di scavo da portare nei punti di raccolta più vicini (a pagaento) e la quantità di terra da lasciare sul posto che servirà successivamente per il rinterro.

Consigliamo di affrontare questi aspetti già in fase di preventivo: meglio prevenire che curare!